Tag : contributi

Bando Impresa eco-sostenibile e sicura: contributi per investimenti innovativi in sicurezza e sostenibilità ambientale

La Regione Lombardia promuove la realizzazione, da parte delle micro e piccole imprese commerciali e dell’artigianato, di investimenti innovativi finalizzati all’incremento della sicurezza e alla riduzione dei consumi energetici dell’impatto ambientale della loro attività.

Beneficiari: micro e piccole imprese commerciali e artigiane, con almeno una sede operativa o unità locale in Lombardia, che svolgono un’attività classificata con uno dei codici ATECO 2007 ammessi.

Agevolazione: contributo a fondo perduto pari al 50% delle sole spese considerate ammissibili, nel limite massimo di 5.000,00 euro per gli investimenti in sicurezza, quali sistemi antifurto, antirapina o antintrusione ad alta tecnologia, e acquisto di dispositivi per la riduzione dei flussi di denaro contante (investimento minimo 3.000,00 euro), e di 10.000,00 euro per gli interventi in sostenibilità ambientale (investimento minimo 5.000,00 euro).

Domande: i soggetti interessati possono inviare la richiesta a Unioncamere Lombardia, esclusivamente tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it, a partire dalle ore 10.00 del 12 febbraio 2019 fino alle ore 16.00 del 7 marzo 2019.

Per avere maggiori informazioni, è possibile consultare il seguente link

 

Nuova Sabatini 2018-2023: prorogata fino al 2023

La legge di Bilancio 2018 ha rifinanziato e prorogato l’agevolazione fino al 2023 e ha disposto una riserva specifica del 30% per gli investimenti in industria 4.0, per i quali è prevista una maggiorazione del contributo del 30%.

Ricordiamo di seguito i principali aspetti dell’agevolazione.

Beneficiari: micro, piccole e medie imprese operanti in tutti i settori, inclusi agricoltura e pesca.

Agevolazione: contributi in conto impianti a fronte di finanziamenti bancari quinquennali per gli investimenti in impianti, macchinari, beni strumentali di impresa e attrezzature ad uso produttivo, nonché per gli investimenti in hardware, software e tecnologie digitali.

Finanziamenti agevolati: finanziamenti di importo non superiore a 2 milioni di euro a fronte di investimenti nei beni sopra individuati.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il seguente link.

Restiamo a disposizione per ulteriori approfondimenti in merito e per valutare le opportunità di accesso all’agevolazione.

Dote Scuola 2018/2019: contributo a sostegno della spesa dei testi scolastici, dotazioni tecnologiche, strumenti per la didattica e rette di frequenza

La Regione Lombardia mette a disposizione degli studenti residenti in Lombardia che frequentano le scuole statali e paritarie il contributo “Dote scuola”, articolato in due componenti:
  • Buono Scuola, finalizzato a sostenere gli studenti che frequentano una scuola paritaria o statale che preveda una retta di iscrizione e frequenza e che fanno parte di una famiglia con ISEE pari o inferiore a euro 40.000,00.
  • Contributo per l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica, a sostegno della spesa delle famiglie per il compimento dell’obbligo scolastico sia nei percorsi di istruzione che di istruzione e formazione professionale. Il nucleo familiare richiedente deve avere una certificazione ISEE inferiore o uguale a euro 15.494,00.
Domande: le domande possono essere presentate dalle ore 12.00 del 16 aprile 2018 alle ore 12.00 del 18 giugno 2018.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il seguente link.
Restiamo a disposizione per ulteriori approfondimenti in merito e per valutare le opportunità di accesso all’agevolazione.
contributi a fondo perduto

Bando Export 4.0: contributi a fondo perduto per lo sviluppo nei mercati esteri delle imprese lombarde

La Regione Lombardia concede contributi alle micro, piccole o medie imprese lombarde intenzionate a sviluppare la propria posizione sui mercati esteri, attraverso  l’accesso a piattaforme e-commerce e la partecipazione a fiere.

Beneficiari: micro, piccole o medie imprese lombarde aventi sede in Lombardia, iscritte al Registro Imprese, in regola con il pagamento del diritto camerale annuale, appartenenti al settore manifatturiero, delle costruzioni o servizi alle imprese.

Domande: prima finestra dal 23 aprile 2018 al 18 maggio 2018 – seconda finestra dal 06 novembre 2018 al 30 novembre 2018.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il seguente link.

Restiamo a disposizione per ulteriori approfondimenti in merito e per valutare le opportunità di accesso all’agevolazione.

promozione educativa culturale

Avviso Unico Cultura 2018 Regione Lombardia: contributi alla promozione culturale

Con la pubblicazione dell’Avviso Unico Cultura 2018, la Regione Lombardia ha messo a disposizione complessivi 4.657.000 euro per la concessione di contributi destinati alla promozione educativa e culturale, alla valorizzazione delle biblioteche e degli archivi storici, alla valorizzazione dei musei, alla catalogazione del patrimonio culturale, alla  promozione delle attività cinematografiche e audiovisive, della musica e della danza, del teatro, alla salvaguardia e alla valorizzazione della lingua lombarda e del patrimonio culturale immateriale.
Possono accedere ai contributi:
  • Enti locali singoli o associati, enti e istituzioni ecclesiastiche, altri enti pubblici, enti ed associazioni ai quali partecipino enti locali, soggetti privati aventi la disponibilità dei beni culturali;
  • Enti, associazioni e fondazioni, e altri soggetti che operino in ambito culturale senza fine di lucro;
  • Imprese del settore culturale, creativo e dello spettacolo;
  • Istituzioni culturali di interesse regionale, nonché università, istituti scolastici, centri di ricerca, accademie, conservatori e istituzioni culturali di interesse nazionale con sede nella Regione.
Le domande di partecipazione al bando potranno essere presentate telematicamente dal giorno 8 marzo 2018, ore 10.30 fino al giorno 19 aprile 2018, ore 16.30.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il seguente link.
Restiamo a disposizione per ulteriori approfondimenti in merito e per valutare le opportunità di accesso all’agevolazione.