Iscrizione al 5 per mille entro l’11 aprile per Onlus

Il comunicato stampa n. 21 del 9 marzo 2022 dall’Agenzia delle Entrate illustra le modalità e i termini per accedere al riparto del 5 per mille 2022 da parte delle Onlus.

A regime, l’art. 1 del DPCM 23 luglio 2020 stabilisce che il 5 per mille può essere destinato al sostegno degli ETS iscritti nel RUNTS a decorrere dal 2022. Ai fini dell’accreditamento al 5 per mille, gli ETS devono rivolgersi al Ministero del Lavoro e delle politiche sociali tramite l’Ufficio del RUNTS.

In via transitoria, il D.L. Milleproroghe ha tuttavia stabilito che:

  • per le Onlus, iscritte al 22 novembre 2021 alla relativa Anagrafe tenuta dall’Agenzia delle Entrate, la disposizione che riconosce quali beneficiari del 5 per mille gli ETS iscritti nel RUNTS ha effetto a decorrere dal 2023;
  • fino al 31 dicembre 2022, le Onlus continuano ad essere destinatarie della quota del 5 per mille con le modalità stabilite dal DPCM 23 luglio 2020 per gli enti del volontariato.

Per il 2022, le Onlus devono presentare le richieste di accreditamento al 5 per mille all’Agenzia delle Entrate:

  • in caso di nuova costituzione;
  • se nel 2021 non si erano iscritte o non possedevano i requisiti richiesti.

Non devono invece ripresentare l’istanza le Onlus già presenti nell’elenco permanente delle Onlus accreditate per il 2022, pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

La domanda di iscrizione, ove necessaria, va presentata:

  • entro lunedì 11 aprile 2022;
  • in via telematica, utilizzando i servizi on line dell’Agenzia delle Entrate, direttamente o tramite un intermediario.

Entro il 20 aprile 2022, l’Agenzia delle Entrate pubblicherà sul sito istituzionale gli elenchi provvisori dei soggetti iscritti.

Entro il 2 maggio, si potranno richiedere alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate territorialmente competente, la rettifica di eventuali errori di iscrizione.

L’elenco definitivo dei soggetti iscritti sarà pubblicato entro il 10 maggio 2022.